mercoledì 15 giugno 2016

TUROLDO 2016_18_ domenica 26 giugno 2016_ore 10.30_MOSTRA D'ARTE sulla povertà di padreTuroldo

• domenica 26 giugno • dalle 10.30 alle 12.30




Piccolo cambiamento di programma:

- alle ore 12.15 ci sarà l'Eucarestia



  È tempo ormai

  È tempo amici di unire le voci
  È tempo di fonderle insieme …

  e ci salvi la bellezza




Gli artisti incontrano
padre David Maria Turoldo
nel centenario della nascita



POVERTÀ

SUGGESTIONI


Un gruppo di  20 artisti, coordinati da Claudio Feruglio, discuterà sul tema “Il volto della povertà”, molto caro a Turoldo.

• Sarà inaugurata la mostra di 12 pitture e 2 sculture che saranno esposte per tutta la giornata e poi saranno donate al RIDOTTO.



Gli artisti sono:

17 italiani di tre provincie del Friuli Venezia Giulia (UD, PN, TS), 1 croato, 1 sloveno e 1 carinziano











sabato 11 giugno 2016

TUROLDO 2016_17_ sabato 11 giugno 2016_ore 16.00_presentazione BIOGRAFIA SCIENTIFICA di padreTuroldo


LA BIOGRAFIA SCIENTIFICA DI PADRE TUROLDO
sarà presentata 
sabato 11 giugno 2016 alle ore 16.00
nella sede  del ...



 ... Centro culturale espirituale IL RIDOTTO,   a Coderno di Sedegliano, in piazza Cavour n°4 (nella casa che era la seconda abitazione della famiglia Turoldo, dove padre David Maria visse con i genitori fra il 1922 e il 1929) sarà presentato in anteprima  nazionale il volume: “David Maria Turoldo _ La vita, la testimoninza (1916-1992)”, con la presenza dell’autrice.

È  la prima  biografia scientifica di padre David, scritta da Mariangela Maraviglia ed è stata appena edita dalla casa  editrice Morcelliana di Brescia. È stata realizzata con l’avallo del Centro di Fontanella di Sotto il Monte, del "Centro di documentazione – Istituto per le scienze religiose" di Bologna e con il contributo finanziario del RIDOTTO.

È un’opera di quasi 450 pagine (30 euro) che descrive minuziosamente tutta la vita e le opere del frate di Coderno. Sono state pubblicate diverse biografie su di lui e anche alcune tesi di laurea hanno affrontato scientificamente alcune singoli aspetti della sua vita o alcune tematiche delle suo opere, ma questa è la prima opera completa, frutto di otre sei anni di lavoro dell’autrice.  È un’opera “scientifica” perché tutto quanto è stato scritto è  stato rigorosamente documentato e verificato, attraverso la consultazione dei documenti originari o le dirette testimonianze di chi aveva conosciuto padre Turoldo. Per Nicola Borgo, uno dei più profondi conoscitori di padre David, che aveva conosciuto e frequentato fin da bambino, fare una biografia scientifica “significa decostruire ciò che sa di mitico e  di anedottico  e dare alla personae alla sua testimonianza la misura veritativa del documento. È anche così che si serve la personalità di p. David.”.

Descrivendo la vita di Turoldo il libro racconta anche gli ideali, le tensioni e i disincanti che hanno caratterizzato la storia del secolo scorso, non solo nell’ambito cattolico.

Da questa biografia emerge che l’importanza di padre David non risiede solo nella parola pronunciata, ossia nelle sue omelie, conferenze e meditazioni, ma soprattutto nella imponente produzione della parola scritta: nelle sue poesie, nei suoi saggi, nei suoi articoli per i giornali, nella produzione di testi liturgici, teatrali, cinematografici e nelle traduzioni dei salmi.
 Giorgio Ganis


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°  STAMPA  °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°




°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Messaggero Veneto_12 giugno 2016